DIATERMICO

Se gli impianti idraulici consentono la trasmissione di moto e forza, gli impianti diatermici costituiscono, in molti ambiti produttivi, la modalità per la trasmissione del calore.

Le sollecitazioni principali cui sono sottoposti tali sistemi (caldaia, pompe, vasi di espansione, serpentine …) sono dovute alle alte temperature in gioco, tipicamente maggiori di 200°C, ed ai tempi di utilizzo prolungati.

In simili condizioni l’olio diatermico perde gradualmente la propria funzionalità e, se non accuratamente monitorato, può essere causa di un aumento dei costi di gestione, del deterioramento dell’impianto stesso ed anche di rotture ed incidenti.

Con un regolare prelievo e successiva analisi tutti questi aspetti vengono tenuti costantemente sotto controllo per garantire alle aziende il corretto ed ottimale funzionamento dei propri impianti con risparmio in termini di manutenzione e miglioramento degli standard di sicurezza interni.